Si può amare e tradire? Tutta la verità

In questa guida affronteremo un tema piuttosto delicato e sentito: l’amore contempla il tradimento?

Oggi sembra che la maggior parte delle coppie, dei fidanzamenti e dei matrimoni abbia visto e vissuto il tradimento di uno dei due partner.

L’infedeltà sembra ormai essere diventata qualcosa di normale, di quasi “necessario” e di altamente scusabile. E chissà, magari è davvero così, ma anche per chi ama?

Il tradimento può essere messo in atto da chiunque? A prescindere dai sentimenti e dalla relazione che sta vivendo? Beh, se sei curioso di saperlo, qui troverai le risposte a tutte le tue domande.

Cosa significa amare?

Prima di sapere se è possibile amare e tradire, è importante capire che cosa significa amare. Come prima cosa, dobbiamo fare una distinzione tra amore e innamoramento.

L’innamoramento è un periodo stupendo, coinvolgente e passionale che però è destinato a finire. Le farfalle nello stomaco, la testa tra le nuvole e la voglia perenne di vedere quella persona sono sensazioni che possono durare per qualche anno, non di più.

Non c’è un motivo preciso, non c’è la scienza a spiegarlo. Sappiamo solo che quella fase in cui si crede di aver incontrato la persona perfetta non è eterna.

E cosa succede nel momento in cui finisce? Succede che subentra l’amore. Un sentimento che ti porta a voler passare il resto della tua vita con quella ragazza, una ragazza che guardi con occhi razionali e lucidi, e non più in modo idealizzato.

si puo amare e tradire

Tuttavia, potrebbe anche succedere il contrario. Finita la fase dell’innamoramento non riconosci più la donna che hai avuto al tuo fianco per uno o due anni, e così la relazione non vivrà la sua metamorfosi (il bruco che si trasforma in una bellissima farfalla).

In questo caso sono i dubbi, le paure, la non-voglia di impegnarsi ad avere la meglio su di voi: siete stati innamorati ma non vi siete amati.

L’amore è una cosa potente, straordinaria e forte che vi lega nel profondo. Vi fa fare progetti, vi fa pensare ad un futuro condiviso, trova il modo di superare i problemi e non manca di fiducia e rispetto.

L’innamoramento invece, si consuma nel momento stesso in cui si palesa, senza troppi dubbi o domande. É un mix di sensazioni che si subisce involontariamente, mentre l’amore si sceglie tutti i giorni.

Cosa significa tradire?

Adesso invece, vorrei che tu ti concentrassi sul significato che ha il tradimento. Per farlo ho deciso di riportarti due definizioni presenti sul vocabolario Treccani:

Venire meno ai propri doveri più sacri, mancando alla fede debita o data, a impegni presi solennemente, alla fiducia che altri ha in noi;

Deludere, agendo in modo contrario all’interesse, all’aspettativa, alla convenienza.

Ora, ti sembra che una persona che ama possa, al tempo stesso, venire meno ai suoi impegni, tradire la fiducia o provocare delle delusioni?

L’amore, oltre a tutto quello che abbiamo visto sopra, ti porta anche a voler proteggere la persona che ami, perché il suo dolore è il tuo dolore, così come la sua felicità è anche la tua felicità.

Insomma, siamo onesti: amore e tradimento non vanno e non andranno mai a braccetto. Sono l’uno l’opposto dell’altro, si caratterizzano per sentimenti, pensieri ed intenzioni completamente diversi.

A prescindere dal “tipo di tradimento” che potresti mettere in atto, così come qualsiasi sia la motivazione che ti porta a farlo, non nasconderti dietro alla scusa del “ma io la amo comunque”, perché non è vero.

Al massimo potresti provare un forte attaccamento nei suoi confronti, ma non di certo qualcosa di paragonabile all’amore.

Potrebbe interessarti leggere: Tradire per Sesso o per…?

Amare e tradire: Ecco perché non si può fare

Come avrai avuto modo di capire fino a qui, amare non significa solamente essere legati sentimentalmente ad una persona. L’amore va molto più in profondità, sfiora la sfera della fiducia, del rispetto, del volersi bene, della comunicazione, della comprensione e di molto, molto altro ancora.

Quando si ama si è pronti a tutto pur di non far soffrire la persona che si ha al proprio fianco. Ecco perché l’amore non può contemplare il tradimento.

D’altronde, se i motivi per cui credi di essere nella posizione di poterla tradire sono più importanti della relazione che hai con lei, allora perché non sei onesto con lei e la lasci?

Perché è più difficile e perché soffriresti anche tu, ecco perché. E quindi agire di nascosto pensando ai comodi tuoi ti sembra la via migliore da percorrere, ma in realtà è un inganno dentro all’inganno.

Il desiderio di fare altre esperienze a costo di ferirla, di cercare la “via facile” per scappare dai problemi, di tenere un piede in due scarpe, di mentire pur di non far finire la relazione, vuol dire tutto fuor che amare.

Piuttosto, se credi che la tua relazione non stia vivendo un grande momento, mettiti a parlarne con lei. L’amore trova sempre il modo di superare i problemi, a patto che voi vi amiate davvero. In qualsiasi caso, se desideri ricevere il mio aiuto puoi parlare privatamente con me attraverso una consulenza privata.

Si può amare e tradire? Attenzione al senso di colpa

Nessuno “nasce imparato”, ed è possibile che capisca sulla propria pelle quanto amare e tradire sia una situazione impossibile da tenere in piedi.

Ad ognuno di noi può succedere di commettere degli errori, ma l’importante è saperli riconoscere e non essere recidivi. Questo però, non è un discorso razionale, bensì carico di emozioni.

Se dopo aver tradito la tua ragazza ti senti avvolto da sensazioni negative, angoscianti, logoranti o perfino nauseanti, significa che quello che hai fatto ti sta facendo riflettere su quanto sia sbagliato.

si puo amare e tradire

Magari pensavi che l’avresti presa diversamente, magari credevi che non sarebbe stato niente di che, ma poi succede che lei ti dice ti amo e ti senti male, la guardi negli occhi e ti senti male, ci fai l’amore e ti senti male.

Pensi in continuazione quanto lei non se lo meritasse, e questa è la cosa che più ti distrugge.

In questo caso il tuo tradimento è un errore che stai pagando tu in primis, e capendo quanto stai male, l’idea di far soffrire anche lei ti annienta.

Questo è l’unico caso in cui si può amare e tradire: commettere un errore, rendersi conto di quanto faccia male, capire che non risolve niente ed escludere la possibilità che succeda ancora.

Se stai vivendo una situazione spiacevole che interessa un tradimento e hai voglia di parlarmene o di sapere come muoverti, richiedimi una consulenza privata e insieme cercheremo di capire qual è la cosa giusta da fare.

4 commenti su “Si può amare e tradire? Tutta la verità”

  1. Ciao Alice, mi sento un po’ imbarazzato a scrivere perché è la prima volta che mi rivolgo a questo tipo di “canale comunicativo”. Io e la mia ex ci siamo lasciati 12 giorni fa, ho lasciato la casa che abbiamo comprato insieme e l’idea di non vederla più mi tormenta. Siamo stati insieme 10 anni ma 2 anni fa ho avuto un momento di debolezza che lei ha perdonato… solo che qualche mese fa ci sono ricascato perché non mi sentivo soddisfatto della nostra vita di coppia. Mi son tenuto dentro questo peso dentro parecchio tempo per evitarle la sofferenza finché 12 giorni fa non ce l’ho fatta più e ho confessato di aver tradito la sua fiducia. Non avrei voluto che le cose andassero così fra noi… ieri l’ho vista a casa e ho notato che ha tolto tutte le nostre foto delle vacanze tranne una calamita al frigo di una vacanza bellissima antecedente al periodo della prima crisi. Parlandone si vedeva che stava soffrendo tantissimo per questa situazione, mi si è stretto il cuore e avrei voluto abbracciarla e trovare un rimedio al dolore, vorrei riconquistarla e sistemare le cose fra noi ma temo che starle vicino le provochi ancora più male di quanto non abbia già fatto… cosa posso fare?
    Chiedo scusa per essermi dilungato così tanto

    Rispondi
    • Ciao Davide, non preoccuparti, non è decisamente uno dei commenti più lunghi che io abbia ricevuto.
      Se ti va, però, data la delicatezza dell’argomento, ti scriverei dall’email che utilizzo per le consulenze, così non sei tenuto a parlarne “in pubblico”. 😘

      Rispondi
    • Ciao alice, voglio raccontarti di un ragazzo che non riesco a capire a pieno. Lui è fidanzato da ben 4 anni e mezzo con una ragazza di fuori paese, hanno una relazione a distanza di 300 km, ma questo ragazzo in tutto il percorso della relazione è riuscito a tradirla in moltissime occasioni, precisamente ogni e qual volta che ha avuto l’occasione, avendo più relazioni Clandestine con altre ragazze. Sono stata una delle tante con cui ha avuto questo tipo di relazione, ovviamente prima che fossi a conoscenza del suo passato e delle bravate che ha commesso, ora io non mi sento in dovere di commentare la loro relazione, ma volevo capire se lui soffrisse di qualcosa più grande di lui, dato che lo conosco da quando siamo piccoli, e le cose che ho scoperto per me sono state fonte di malessere, proprio perché la maggior parte delle volte ho cercato di immedesimarmi in lui per capire.. ma non sono mai arrivata ad una conclusione. Potrei pensare a un disturbo narcisistico di personalità? Perché appunto lui aziona con l’istinto facendosi trasportare dai desideri sessuali e poi dopo se ne pente, ma nonostante il pentimento continua ad avere questi comportamenti e a sbagliare.. facendo sempre gli stessi errori, sbagliare è umano, ma ricommettere sempre gli stessi errori e arrivare all’autosabotaggio mi fa capire che potrebbe essere uno dei famosi soggetti Narcisisti! Aspetto con piacere una vostra risposta, cordiali saluti

      Rispondi
      • Ciao Fabiana, piacere di conoscerti.
        In realtà il narcisista è una persona molto più complessa che si riconosce soprattutto attraverso i modi con cui ha a che fare con le donne con cui entra in contatto. I narcisisti agiscono secondo schemi mentali precisi e che ritornano sempre all’interno della relazione (love bombing, svalutazione, silenzio punitivo e abbandono). Raramente un narcisista basa i rapporti solo sulla sessualità, e soprattutto è davvero difficile che se ne penta o che arrivi addirittura a starci male. Inoltre, chi soffre di narcisismo continua a ritornare dalle stesse “vittime”, perché uno dei tratti narcisistici più essenziali è il desiderio di mantenere il controllo e di tornare per assicurarsi che la “vittima” sia sempre in una situazione di dipendenza verso il narcisista. Mi sembra più che altro che questo ragazzo di cui mi parli potrebbe avere dei problemi legati alla sfera emotivo-sessuale, se si abbandona ad ogni occasione che gli capita ma poi, come dici tu, se ne pente e sta male. Da quello che mi hai raccontato non mi sembra il tipico disturbo narcisistico di personalità.
        Sperando di aver risposto ai tuoi dubbi, ti auguro una buona giornata,
        Alice

        Rispondi

Lascia un commento