Pausa di riflessione in amore: Serve davvero?

La pausa di riflessione è una soluzione spesso adottata dalle coppie che stanno vivendo un momento di crisi. Ma, si tratta davvero di una soluzione, o è una decisione che può provocare ulteriori danni? Se stai leggendo queste righe significa che sei qui per scoprirlo, ed io sono molto felice di dirti che qui troverai tutte le risposte che stai cercando.

Ti prego di leggere con molta attenzione questo articolo, poiché chiedere una pausa di riflessione in amore è una decisione che deve essere presa in modo molto serio. Come vedremo, i rischi che si corrono sono tanti, e sinceramente non so quanto possa valerne la pena.

Pausa di riflessione in amore: Serve?

La pausa di riflessione è un tema molto delicato e, per certi versi, anche controverso. Anche in psicologia, infatti, questo breve periodo di allontanamento viene sia premiato che sconsigliato. In altre parole, non c’è una risposta giusta e unica che definisce se la pausa di riflessione serve o meno.

Tuttavia, possiamo cercare di trovare una risposta analizzando i meccanismi che caratterizzano la pausa di riflessione. Innanzitutto, si tratta di una soluzione momentanea. Ciò significa che, prima o poi, il problema tornerà a bussare alla porta.

D’altronde, le difficoltà e i problemi non si risolvono da soli, né tantomeno mettendo “in pausa” la propria relazione. Di conseguenza, se stai pensando di chiedere una pausa di riflessione alla tua ragazza per cercare di scappare da un momento particolarmente difficile, sappi che non farai molta strada.

Allo stesso tempo, però, non vorrei che tu ti facessi molte illusioni pensando che la pausa di riflessione possa aiutarti a capire se sei ancora innamorato. Non prendiamoci in giro: quando siamo innamorati lo sappiamo e non abbiamo bisogno di rifletterci.

pausa di riflessione in amore

Perciò, se il tuo intento è quello di prendere una pausa per capire se ami ancora o meno la tua ragazza, mi spiace dirti che la risposta dovrebbe giungerti già abbastanza chiara. In effetti, la pausa di riflessione è spesso l’anticamera della fine della relazione.

Creare un ulteriore allontanamento non migliorerà la situazione, ma anzi, ti darà quella boccata di ossigeno che stavi -inconsciamente- cercando e ti porterà a non voler tornare sui tuoi passi. Ebbene sì, all’inizio ti sentirai meglio proprio perché metterai in pausa tutti i problemi, le difficoltà e le responsabilità che, vuoi o non vuoi, caratterizzano anche la tua relazione.

Tuttavia, quando la pausa sarà finita, tornare nei tuoi panni sarà ancora più difficile di prima. Ecco perché ti sconsiglio di affidarti alla pausa di riflessione: è un inutile palliativo che raramente porta a qualcosa di buono.

Pausa di riflessione nella coppia: Una trappola pericolosa

Se credevi che in questa guida ti avrei spiegato come comportarti durante una pausa di riflessione o come riuscire ad affrontarla al meglio, rimarrai deluso. Il mio intento infatti, è farti capire perché questa “soluzione” non farà altro che peggiorare le cose tra te e la tua compagna.

Partiamo dal principio. Sai che cosa significa il termine “relazione”? Ecco la definizione riportata sul dizionario Treccani:

Con riferimento a persone o a gruppi, come rapporto, legame o vincolo reciproco

Insomma, una parola importante, non trovi? E come possiamo pensare di portare avanti un rapporto o un legame reciproco interrompendolo? La relazione si basa sul confronto e sull’interazione di due persone: ecco perché prendendo le distanze non risolverai niente.

Non puoi pensare di trovare una soluzione ai vostri problemi tagliando la tua ragazza fuori dai giochi. Invece, hai bisogno di parlare con lei, di capire il suo punto di vista e di sviscerare insieme i vostri problemi. Solo in questo modo potrete uscirne insieme e ancora più forti di prima.

La pausa di riflessione, invece, ti porta a ragionare da solo, a fare i conti con te stesso e con i tuoi pensieri: questo è il motivo per cui non serve a niente! Quando vi riavvicinerete, avrete ancora idee più contrastanti, e vi ritroverete estranei, invece che complici.

Inoltre, non è neanche giusto che o tu o lei, nella vostra solitudine, pensiate di poter risolvere i vostri problemi di coppia. Non si può ragionare come un singolo individuo all’interno di una relazione, perché bisogna sempre tenere in considerazione anche i pensieri e i sentimenti dell’altro.

Insomma, credimi, la pausa di riflessione in amore fa più danni che altro.

Subire una pausa di riflessione

Sperando di averti convinto a non chiedere una pausa alla tua ragazza, adesso dobbiamo invertire i ruoli nel caso in cui fosse lei a chiederti un momento di distacco. Che cosa dovrai fare, in questo caso? Purtroppo, le opzioni a tua disposizione non sono molte, specie se concordi con quanto hai letto poco fa.

La prima cosa che ti suggerisco vivamente di fare è di non farti prendere dal panico iniziando a farle duecento domande. Stai calmo e cerca di instaurare una conversazione intelligente. Domandale il motivo per cui ti sta chiedendo di prendervi una pausa e discutetelo insieme.

Esponi il tuo punto di vista, cerca di essere comprensivo e, soprattutto, di spiegarle che allontanarvi ulteriormente non farà altro che peggiorare le cose. In altre parole, cerca di illustrarle tutti gli svantaggi che caratterizzano la pausa di riflessione in amore, senza però essere aggressivo.

pausa di riflessione nella coppia

Falle capire che anche tu sai che state vivendo un momento difficile, che anche tu concordi su quanto ti sta dicendo, ma che non ti trovi d’accordo a prendere ulteriori distanziamenti. Al massimo, e dico al massimo, potete accordarvi per un “periodo di stop”.

Sono sempre del parere che non servano a niente, ma se proprio la vedi decisa nella sua scelta, falle vedere che per lo meno sei disposto ad andarle incontro. Se però lei dovesse parlarti di settimane e settimane di distanza, a quel punto ti suggerisco di prendere il toro per le corna e di farle capire quanto tu sia contrario alla sua decisione:

Mi dispiace, questa situazione la sto vivendo anche io eppure non ho bisogno di allontanarmi da te per così tanto tempo. Se lo reputi estremamente necessario, molto probabilmente hai da capire molte più cose rispetto a quelle che credi. A questo punto non so neanche di che cosa stiamo qui a parlare. Io sono disposto a lasciarti qualche giorno, ma se hai bisogno di più tempo credo che tu possa anche toglierti il peso di riflettere“.

Certo, si tratta di una decisione drastica, ma questo tuo atteggiamento le farà capire quanto in realtà tu sia innamorato di lei e, soprattutto, quanto tu voglia davvero sistemare le cose, a patto che lo si faccia insieme. Se credi di avere bisogno di aiuto per questo passaggio, così come per qualsiasi altra cosa, sappi che erogo anche consulenze private one to one.

Pausa di riflessione: Come comportarsi

Ammettiamo, però, che tu non voglia percorrere la strada della decisione drastica, che non concordi con quanto scritto qui e che tu voglia concederle di prendersi il suo tempo. A questo punto devi metterti in testa di seguire alcune “regole” che caratterizzano la pausa di riflessione nella coppia:

1. Smetti di sentirla

Il periodo della pausa di riflessione si basa su un netto distacco. Di conseguenza, per tutto il periodo dovrai evitare di scriverle, di chiamarla e, più in generale, di avere contatti con lei. Questo non servirà tanto a te, che le hai concesso la pausa “malvolentieri”, ma a lei.

Non sentendoti, infatti, potrà davvero ragionare su come si sente senza di te e dare un peso reale alla routine che avevate. Se invece tu continuerai ad essere disponibile appena lei si farà viva, credimi, non farai altro che facilitarle i giochi.

Se il tuo intento è quello di farla ricredere e di non portarla alla decisione di lasciarti, non ti resta che prendere le dovute distanze. Inoltre, per farle vedere che hai preso sul serio la sua richiesta, ti consiglio di sottolineare tu questo aspetto, spiegandole semplicemente che, altrimenti, il suo discorso non sta in piedi.

2. Va bene la pausa, a patto che sia di riflessione

Molto spesso, durante la pausa di riflessione si tende ad avere dei comportamenti sbagliati. Prendersi un periodo di distacco non significa tornare improvvisamente single, perciò non mettetevi in testa di agire come se lo foste.

Questo deve essere molto chiaro ad entrambi sin dall’inizio, perché è uno degli errori che si tende a commettere di più e che rischia di mandare in frantumi la relazione. Nel concreto, evitate di creare situazioni che vi possano portare a discussioni o fraintendimenti:

  • Riprendere ad andare a ballare dall’oggi al domani
  • Farvi vedere con gente nuova, che non avete mai frequentato prima
  • Imballare i social con storie di poco gusto
  • Mostrarvi allegri e spensierati l’un l’altra

Insomma, sia tu che lei dovete sempre tenere in considerazione che dall’altra parte c’è la persona che amate e che fino ad oggi è stata la vostra metà. Non cercate di ferirvi volontariamente o di creare strane “gelosie”, perché la pausa di riflessione in amore è già abbastanza pesante e pericolosa di per sé.

Questo significa anche che durante questo periodo di distacco non dovranno esserci nuove frequentazioni, perché altrimenti davvero, fareste prima a lasciarvi.

3. Utilizzate la pausa per riflettere davvero

Non so chi abbia inventato il termine “pausa di riflessione”, ma per lo meno gli dobbiamo riconoscere un’assoluta chiarezza. La pausa serve per pensare, per capire e per analizzare. Di conseguenza, se state pensando di prendervi questo momento di distacco, fate che i vostri sforzi non siano vani.

Guardati indietro negli ultimi 6 mesi: cos’è che ha iniziato ad andare male tra di voi? Perché siete arrivati a questo punto? Quali sono gli argomenti su cui avete discusso di più? Insomma, utilizza questa pausa per analizzare la vostra storia e i vostri comportamenti: solo così la pausa di riflessione potrà servire a qualcosa.

pausa di riflessione serve

Inoltre, dal momento che lei ti avrà dato le sue motivazioni, potrai utilizzare il periodo di distacco per cercare di capire come e dove migliorare. Agendo in questo modo, quando vi rincontrerete, avrete qualcosa di intelligente di cui parlare.

Se utilizzerete la pausa di riflessione nella coppia solo per prendervi dei giorni di svago e di distacco, ti assicuro che quando vi ritroverete l’uno di fronte all’altra capirete solo una cosa: che non è servito a niente. E a questo punto penserete che l’unica soluzione da prendere sia quella di lasciarvi.

Come ti dicevo, la pausa di riflessione in amore è davvero pericolosa, perché se presa “sottogamba”, è in grado di provocare dei danni irreparabili.

Pausa di riflessione: Come comportarsi quando finisce

Quando il periodo di distacco finirà, ti si presenteranno tre situazioni differenti:

  • Entrambi avete capito che volete stare insieme e siete intenzionati a migliorare le cose
  • Lei ha capito che preferisce mettere un punto alla vostra relazione
  • Tu hai capito che è meglio voltare pagina e passare oltre

Nel primo caso non c’è molto da dire: è il lieto fine che forse tutte le coppie vorrebbero vivere dopo una pausa di riflessione. Negli altri due, invece, per volontà o dell’uno, o dell’altra, credete che sia meglio porre fine al vostro rapporto.

Nel caso in cui fosse lei a decidere di chiudere, hai due possibilità: Riconquistarla o Dimenticarla. Dall’altra parte, invece, se fossi tu a scegliere di non portare avanti la vostra relazione, non ti resta che buttarti tutto alle spalle e iniziare un nuovo capitolo della tua vita.

E tu, cosa ne pensi della pausa di riflessione in amore? Stavi pensando di chiederla alla tua fidanzata? Oppure te l’ha chiesta lei? Se vuoi parlarne insieme a me, puoi richiedermi qui una consulenza privata.

2 commenti su “Pausa di riflessione in amore: Serve davvero?”

  1. Ciao Alice, articolo molto interessante, davvero. Mi trovo qui a scriverti perché purtroppo la mia ragazza dopo 2 anni di relazione mi ha chiesto una pausa di riflessione, ed io non ho potuto fare altro che concedergliela. Questi giorni sono infiniti, non passano mai e soprattutto li sto vivendo davvero male. Ho il terrore che lei non torni e io mi sento con le mani legate. Come dici tu, le sto lasciando i suoi spazi e l’unica cosa che posso dire mi stia servendo è capire quanto io la ami. La richiesta della pausa è dovuta ad un’insoddisfazione di coppia che più volte lei mi ha fatto presente, ma che io non ho mai preso sul serio, e per questo mi sto maledicendo. Tu cosa ne pensi? E’ possibile darsi una seconda opportunità in questi casi? Grazie in anticipo per la risposta, Valerio

    Rispondi
    • Ciao Valerio,

      la pausa di riflessione è una vera e propria tortura, e per quanto parte della responsabilità sia anche tua, mi dispiace sapere che stai passando dei giorni poco felici. Che ci sia la possibilità di darsi una seconda occasione, certo che c’è. Dipende da come andavano le cose tra di voi, quanto sono state gravi le tue mancanze, quante volte lei te lo ha fatto presente senza essere ascoltata. Insomma, diciamo che ci sono un po’ di fattori che bisogna tenere in considerazione per poter dare una risposta, sempre considerando che nessuno ha una sfera di cristallo. Se tra di voi c’era sentimento vero, questo allontanamento servirà a te per ascoltare di più le parole della tua ragazza, e a lei per capire che forse, sotto sotto, una seconda opportunità non dovrebbe essere negata a nessuno, specie se il rapporto era solido e alla base c’era un sentimento vero. In ogni caso, quando e se tornerà, mi raccomando, non fare più l’errore di darla per scontata o di non pesare le sue parole, perché a volte, le critiche sono costruttive e rendono migliore il rapporto.
      Un abbraccio,
      Alice

      Rispondi

Lascia un commento