Chiodo scaccia chiodo: funziona in amore? Risponde la psicologia

Ti stai chiedendo se chiodo scaccia chiodo in amore funziona? Vuoi conoscere il significato di questo antico detto e scoprire se può davvero curare le tue ferite amorose? Allora sappi che sei nel posto giusto!

In questa guida analizzeremo da cima a fondo il famoso detto “chiodo scaccia chiodo“, dietro al quale si nascondono verità e bugie allo stesso tempo. Ne vedremo le origini, il significato e anche un’analisi psicologica che ti aiuterà a capire se può davvero essere la soluzione giusta per te.

Se leggendo ti dovessi rendere conto di avere bisogno di un aiuto in più, sappi che puoi contare su di me: tutto quello che devi fare è richiedere qui la tua consulenza privata.

Chiodo scaccia chiodo: Significato

Prima di capire se il chiodo scaccia chiodo in amore funziona può essere interessante capire il significato di questo detto. L’origine è da ricercarsi nelle gare di cindalismo dell’Antica Grecia, in cui grazie a un chiodo, bisognava estrarre quello fissato nel terreno umido, solitamente l’argilla.

Per quanto riguarda il detto nelle relazioni amorose, invece, dobbiamo fare riferimento a un brano di Cicerone, che recita “etiam novo quidam amore veterem amorem tamquam clavo clavum eiciendum putant“. In altre parole: pensano che un vecchio amore possa essere scacciato da un nuovo amore come un chiodo da un altro chiodo.

Nel corso del tempo, il detto venne utilizzato anche in altri contesti, come quello politico. Oggi invece, l’espressione chiodo scaccia chiodo si riferisce unicamente alle relazioni sentimentali. Grazie all’origine del detto è piuttosto semplice comprenderne il significato.

Il chiodo “nuovo”, nonché un’altra persona o una nuova storia d’amore, potrebbe essere usato per scacciare il chiodo precedente, nonché l’ex partner o la relazione terminata. In altre parole, la nascita di un nuovo amore per superare la fine di quello appena terminato.

Chiodo scaccia chiodo: Psicologia

Ora che abbiamo visto l’origine e il significato di questo antico detto, possiamo passare a un’analisi più psicologica. Quest’ultima ci torna utile per capire il motivo per cui, a differenza di quello che si pensa, la tecnica del chiodo scaccia chiodo in amore non sia poi così efficace.

Iniziamo dicendo che la filosofia del chiodo scaccia chiodo va in netto contrasto con quella di relazione sana. Il motivo è semplice: la nuova storia d’amore si basa sul bisogno di voler dimenticare quella precedente, e non su un reale desiderio di impegnarsi in un nuovo rapporto amoroso.

E in parte è anche comprensibile volersi lanciare subito in una nuova storia, perché la fine di una relazione porta con sé molto dolore, frustrazione, sofferenza, solitudine. Tutte sensazioni spiacevoli che, se si potesse, si eviterebbero più che volentieri.

chiodo scaccia chiodo funziona

E il tranello è proprio questo, pensare di poter schiacciare queste emozioni di malessere con una nuova storia che porti con sé sollievo, positività, spensieratezza e felicità. La verità, però, è che si tratta di un sollievo tanto temporaneo quanto finto: prima o poi il dolore tornerà a bussare alla tua porta, e molto più forte di prima.

Nessuno può pretendere di scappare dal dolore derivante dalla fine di una relazione, perché il dolore si deve affrontare, elaborare e infine superare. Non lo si può nascondere come polvere sotto al tappeto, ed è per questo che la tecnica del chiodo scaccia chiodo in amore non funziona.

O almeno, lì per lì potresti avere l’impressione che funzioni, esattamente come un antidolorifico agisce contro il mal di testa. Ma sai bene anche tu che una volta finito l’effetto il mal di testa torna, semplicemente perché hai coperto il sintomo, ma non il problema che lo scatena.

Potrebbe interessarti leggere: I migliori 10 libri per superare una rottura

Chiodo scaccia chiodo: funziona in amore?

A fronte di ciò che ti ho appena detto, è chiaro che ti sconsiglio di utilizzare la tecnica del chiodo scaccia chiodo per cercare di superare la fine della tua precedente relazione. Sfruttare i rapporti amorosi per scappare dal malessere o dalle tue responsabilità non ti porterà grandi benefici, né tantomeno ti renderà felice.

Ci sono solo due casi in cui potrebbe tornarti utile: la storia che hai vissuto non è stata poi così tanto importante, oppure sei alla ricerca di relazioni brevi e poco coinvolgenti. Se invece stai cercando di dimenticare una donna importante buttandoti in una nuova storia, sappi che rimarrai deluso.

Potrebbe interessarti leggere: Come superare la fine di un amore

All’inizio ti sembrerà di riuscire a colmare il vuoto lasciato dalla fine del rapporto precedente, ma molto presto ti renderai conto che quel vuoto e quel dolore sono ancora lì da dover affrontare. Tutti i traumi devono essere elaborati, altrimenti influenzeranno negativamente il tuo presente e il tuo futuro.

Ecco quali sono i rischi che corri affidandoti al chiodo scaccia chiodo:

  • Non elabori il lutto per la fine della relazione precedente
  • Non impari nulla dal rapporto che si è concluso
  • Ti butti in una nuova storia senza valutare bene la persona
  • Sfrutti un’altra donna (e i suoi sentimenti) per i tuoi bisogni

Inoltre, il chiodo scaccia chiodo ti mette nella condizione di credere che per sentirti felice e pieno hai sempre bisogno di una donna al tuo fianco. In altre parole, non ti dà la possibilità di imparare a stare bene da solo e di sviluppare la tua indipendenza, essenziale per te stesso e per la nascita di un amore sano.

Pertanto, devi metterti nell’ottica di lasciare che il tempo curi le tue ferite, e accettare che starai male per un certo periodo. Dalla sofferenza non bisogna scappare, bensì abbracciarla e accettarla, perché fonte di crescita. Parallelamente, riuscirai anche a fare tesoro di tutto ciò che hai vissuto.

Le esperienze, belle o brutte che siano, lasciano il segno se le si sa osservare. Se invece ci si gira dall’altra parte nel tentativo di dimenticare, si rischia di rimanere fermi sempre allo stesso punto. La fine del rapporto precedente ha molto da insegnarti: non scappare, ma abbracciala per poter guardare oltre.