No contact per farla tornare funziona davvero? Ecco la verità

Vuoi sapere se il no contact per farla tornare funziona davvero? Allora sei nel posto giusto.

La tecnica del no contact è forse una delle più conosciute e discusse quando si parla di riconquistare una ex, e questo spiega il motivo per cui ci sono così tanti dubbi e perplessità che le ruotano intorno.

Per aiutarti a fare un po’di chiarezza quindi, ho pensato di dedicare un’intera guida su questo famoso periodo di non contatto.

Te ne parlerò nel dettaglio così che tu possa sentirti padrone di questa efficace strategia, capendo una volta per tutte perché il no contact per farla tornare funziona davvero.

Nel caso in cui avessi altri dubbi o desiderassi essere seguito personalmente da me nel tuo percorso di riconquista, non devi fare altro che scrivermi qui e prenotare la tua consulenza privata. Sarò subito da te!

No contact per riconquistare: Cos’è e come funziona

Il no contact è una tecnica psicologica che ti consente di scendere in campo con una strategia molto efficace per cercare di riconquistare la tua ex. Come potrai immaginare, parliamo di un approccio basato sull’interruzione dei contatti con la tua ex, che per quanto sia difficile, è fondamentale per smuovere la situazione in cui ti trovi.

Di quale situazione sto parlando? Quella in cui vi siete lasciati e, senza sapere il danno al quale ti saresti esposto, ti sei mostrato sconfitto, triste e disperato ai suoi occhi. Non fraintendermi: è normale sentirsi così quando la persona amata si allontana. Il punto, infatti, non è questo.

Il punto è mostrarti così a lei nella speranza che questi atteggiamenti possano suscitarle il desiderio di riavvicinarsi a te. E, credimi, non c’è cosa più sbagliata di questa.

no contact funziona

Come ho spiegato in questa guida, infatti, uno degli step fondamentali per riconquistare una ex è proprio quello di smettere di dimostrarsi affranti e disperati, perché è un atteggiamento controproducente.

Esatto, hai letto bene. Questi comportamenti non fanno altro che peggiorare la situazione in cui ti trovi: ecco perché è necessario puntare sul no contact. Vuoi sapere come funziona? É molto semplice: devi interrompere ogni canale di comunicazione con la tua ex.

Niente più messaggi, chiamate, incontri o contatti sui social. Nulla di nulla. Lo so che ora stai pensando “Ma tu sei fuori di testa, ma come ti può venire in mente di chiedermi una cosa simile?”, ma ehi, sei tu che vuoi riconquistare la tua ex, giusto?

Per lo meno, dal momento che hai solo da guadagnarci, provaci!

No contact: Perché interrompere i contatti per riconquistare?

A questo punto so che ti starai domandando “Perché il no contact è così efficace quando si parla di riconquistare una ex?”. Ebbene, i motivi sono molteplici e sono tutti caratterizzati da risvolti positivi. La funzione principale del no contact è quella di creare un’inversione di ruoli: tutto ciò di cui hai bisogno ora.

Mi spiego meglio: se è stata la tua ex a lasciarti, lei crede che tu stia “cadendo a pezzi” dalla disperazione e che tu sia pronto a qualsiasi cosa pur di riconquistarla. Questa consapevolezza la mette in una condizione di “potere” e superiorità nei tuoi confronti, anche se sappi che sono cose che avvengono a livello inconscio.

Nel senso, la tua ex non è che tutto d’un tratto è diventata cattiva o malvagia, ma questo è un meccanismo mentale che si viene a creare quando si prende la decisione di far finire una relazione: io ti lascio, tu stai male.

Ecco, diciamo che il no contact serve proprio per rompere questo “schema” e a farti uscire da quella posizione di dolore in cui lei crede tu ti trovi. Ti ripeto, è normale stare male in questa situazione, ma l’importante è non darlo a vedere e non farti vedere sulla soglia della disperazione.

Questo è importante per un semplice fattore: non riuscirai a riconquistare la tua ex mostrandoti distrutto, depresso, triste, affranto o in crisi. Il no contact serve sia per effettuare l’inversione dei ruoli, sia per dare a te la possibilità di tornare ad essere una persona attraente ed interessante.

Questo è il punto focale su cui ti devi concentrare. Non fare l’errore di pensare che basti non sentirla per 20-30 giorni per far scoccare la scintilla. Sarebbe bello, ma non funziona così. Il no contact deve darti l’opportunità di ritrovare la positività, di migliorarti, di cambiare mindset e di uscire dal vortice delle emozioni negative.

So che non è semplice, ma è per questo che parliamo di almeno un mese di distacco. Vedila così: se ti impegni semplicemente a non sentirla senza effettuare un lavoro su te stesso, il no contact non servirà a niente.

No contact per farla tornare: E se abbiamo figli?

Appurato che prenderti del tempo per te stesso e distaccarti dalla tua ex è la cosa migliore che puoi fare, c’è una situazione particolare di cui dover parlare: la tua ex è la mamma dei tuoi figli.

Per motivi abbastanza ovvi, è chiaro che non puoi chiuderci del tutto i rapporti, poiché sei tenuto ad avere delle interazioni con lei.

Anche se, però, questo non significa nemmeno cercare di mantenerli il più aperti e saldi possibile. Anzi, il punto è proprio questo: cercare di limitare le comunicazioni con lei, senza però di chiuderci del tutto.

É importante stabilire dei confini e dei limiti, perché sennò potresti rischiare inconsapevolmente di sfruttare il ruolo genitoriale per avere a che fare con la tua ex più di quanto sia davvero necessario.

In questo caso, quindi, non si parla di un distacco totale, ma di un no contact che possiamo definire parziale.

Ciò significa sentirla per tutto ciò che riguarda i vostri figli, senza però, ad esempio, cercare di allungare le conversazioni, appesantirle con sentimenti di rabbia, risentimento o delusione, parlare della rottura o chiederle ogni volta un incontro.

Il tuo obiettivo è quello di parlare di ciò di cui si deve in modo conciso, senza dilungarti in altri temi o argomenti. 

Un suggerimento che può tornarti utile per stabilire quei confini e quei limiti di cui parlavamo prima è quello di decidere insieme alla tua ex una routine settimanale.

In questo modo entrambi sapete cosa vi attende ogni settimana, sapete già come siete organizzati e avete impostato i vostri turni e i vostri ruoli, così da poter ridurre ulteriormente i vostri contatti.

No contact per riconquistare: Quanto deve durare?

Come anticipato, il periodo di no contact deve avere una durata di almeno un mese. Lo scopo del no contact, infatti, non deve essere semplicemente quello chiudere i rapporti con la tua ex, ma di attuare dei miglioramenti nella tua vita.

So che potrebbe sembrarti una frase a mo’ di “crescita personale”, ma è così che stanno le cose. Se ti limiterai a segnare con una X i giorni sul calendario che mancano a risentirla, non cambierà nulla.

Tu devi sfruttare questo periodo di distacco per cercare di capire cosa non è andato nella vostra relazione e, soprattutto, provando a capire qual è la tua parte di errore.

no contact non funziona

In questo modo riuscirai a diventare un uomo migliore sia per te stesso, sia per lei. Inoltre, è davvero essenziale che ti “scrolli di dosso” tutto questo pessimismo e negatività che ti porti in giro. Lo scopo del no contact è anche quello di renderti una persona nuovamente attraente ai suoi occhi.

Poniti questa domanda: “Se lei mi vedesse oggi per la prima volta in vita sua, rimarrebbe attratta da me? Avrebbe voglia di approfondire la conoscenza?”. Se la risposta è no, sai su cosa metterti a lavorare durante questi 30 giorni di no contact.

Cosa fare se lei ti scrive durante il no contact?

Adesso che hai una panoramica chiara di cos’è il no contact e di come funziona, dobbiamo parlare di un altro punto: come comportarti se lei ti scrive interrompendo il silenzio?

Come avrai capito, la tua reazione dovrebbe essere l’indifferenza, perché il tuo obiettivo è proprio quello di farle percepire che non ci sei più, che ti ha perso, e che ti stai impegnando a voltare pagina.

Nello specifico, dovresti evitare di rispondere a un messaggio privo di domanda “Sono andata nel ristorante di cui mi avevi parlato, davvero ottimo“, a messaggi troppo generici “Ehi, come stai? Cosa mi racconti?“, o a messaggi in cui ti dice che le manchi.

In questi casi tira dritto come un treno verso il tuo obiettivo e porta avanti il silenzio, perché sono messaggi privi di spessore, che possono essere ignorati senza doverci ragionare troppo.

Allo stesso tempo, però, ci sono delle occasioni particolari in cui sei quasi tenuto a risponderle:

  • Ti sottopone una domanda relativa a questioni lavorative;
  • Ti sta ricordando di un pagamento che dovrete affrontare;
  • Ha subìto un lutto in famiglia e te lo sta comunicando;
  • Vuole che tu vada a prendere le tue cose a casa sua, o viceversa;
  • Ha bisogno di parlarti per l’organizzazione relativa ai vostri figli.

Ecco, in questi casi è palese che lei non stia sfruttando nessuna scusa per sentirti, ma che ha davvero necessità di ricevere una risposta su un tema serio.

Tuttavia, se tu sei ancora molto coinvolto emotivamente potresti rischiare di usare questo suo contatto per avviare una conversazione, o peggio, iniziare a dire cose di cui potresti pentirti.

Quindi sì, è giusto risponderle ma in modo corretto, conciso riguardo all’informazione che lei ti ha chiesto ed evitare di cadere all’interno di una tua stessa trappola.

Adesso che sei ben consapevole di quali sono gli errori che vanno assolutamente evitati nel momento in cui lei ti scrive durante il no contact possiamo passare allo step successivo.

In questo altro video ti spiego in modo approfondito ciò che ti ho anticipato qualche riga fa: in quali occasioni non rispondere, in quali sì e, soprattutto, qual è il modo migliore di porsi con lei:

Cosa scrivere dopo il no contact?

Bene, a questo punto non ci resta che capire cosa fare dopo il no contact. Iniziamo dicendo che l’ideale sarebbe che fosse la tua ex a cercarti, perché sarebbe un chiaro segnale che il distacco ha funzionato.

Tuttavia, è possibile che lei non ti ricontatti. Alcune delle ragioni più comuni sono:

  1. Lei è una ragazza molto orgogliosa
  2. Non è pronta al ricontatto
  3. Ha bisogno di più tempo, anche per sentire la tua mancanza
  4. Non è pronta per la relazione o vuole stare sola
  5. É ancora troppo arrabbiata o rancorosa nei tuoi confronti
  6. Sa di essere in una posizione di controllo
  7. Teme di essere respinta perché pensa che tu abbia voltato pagina

In questo caso quindi, dovrai farti avanti al momento giusto con il messaggio giusto.

E quand’è il momento giusto?“. É semplicemente quando ti sentirai pronto. Quando sentirai che all’idea di avere un ricontatto con lei riuscirai a mantenere i nervi saldi e non sarai più in balia degli eventi e delle emozioni.

Certo, un po’ di brivido lungo la schiena ti correrà senza dubbio, ma questo è normale. Il no contact serve per “ripristinare” te stesso, non per farti diventare un automa.

Per quanto riguarda il riaggancio, dovrai inviarle un messaggio dall’impronta leggera, simpatica e tranquilla, che non le dia la minima sensazione che ci stai riprovando con lei.

Il ricontatto non deve in alcun modo fare riferimento alla vostra rottura, al malessere che hai vissuto o al tuo desiderio che hai di tornare con lei.

É da un mese che non vi sentite, e nel momento in cui decidi di ricontattarla devi pensare di iniziare a scrivere un nuovo capitolo, non di riaprire quello precedente.

Quindi il tuo obiettivo deve essere quello di trasmetterle emozioni positive, di modo che lei non si senta né attaccata né a disagio, perché altrimenti non ti risponderà.

Allo stesso tempo, però, evita di inviarle un messaggio banale del tipo “Ehi, come stai?“. Se hai bisogno di spunti e idee appropriate, leggi gli esempi che trovi qui.

Mi raccomando: non prendere la sua risposta come il sinonimo di “è pronta a tornare con me”. Prima dovrete creare un ambiente di serenità e complicità attraverso i messaggi, e solo dopo puntare ad un incontro dal vivo.

Se desideri approfondire questo tema perché ti trovi proprio in questo delicato momento, richiedi qui la tua consulenza privata e ti prometto che gestiremo alla perfezione questa situazione.

4 commenti su “No contact per farla tornare funziona davvero? Ecco la verità”

  1. Il no contact parte da un minimo di 21 giorni e può arrivare ad anni… è lei che ti deve cercare e non tu, altrimenti è solo tempo sprecato. alla fine non te ne fregherà più nulla di lei e se dovesse tornare la migliore cosa da fare sarebbe rimandarla da dove è venuta.

    Rispondi
  2. Ciao Alice. Sono molto sopreso da come hai descritto al meglio la situazione che sto passando io in questo momento. Mi sarebbe molto di aiuto mettermi in contatto con te, grazie mille.

    Rispondi

Lascia un commento