Quando il no contact non serve: 3 Casi specifici

Quando si parla di riconquistare una ex, il periodo di no contact diventa la principale arma di cui tutti si vogliono munire. Quasi senza neanche conoscere come funziona, perché va applicato e cosa comporta, la maggior parte degli uomini parte in quinta con il no contact.

Da una parte, il fatto che ci sia l’intenzione di staccarsi dalla ex per un certo periodo di tempo è una cosa positiva (sia per lei che per te), ma ti invito a non fare l’errore di pensare che il no contact funzioni o serva sempre. Difatti, ci sono dei casi in cui potrebbe anche peggiorare le cose, allontanandoti dal tuo obiettivo di tornare con lei.

E se sei giunto su questa guida significa che vuoi capire quando il no contact non serve così da evitare possibili errori nel tuo percorso di riconquista. Ebbene, nella guida di oggi ti spiegherò per filo e per segno quando il no contact non funziona, di modo che tu possa sapere come muoverti.

Se poi volessi parlarmi privatamente della tua situazione, o volessi approfondire questo argomento per capire se il no contact fa al caso tuo, non devi fare altro che richiedermi una consulenza privata.

Quando il no contact non funziona

Prima ancora di vedere i casi in cui il no contact non serve, voglio essere molto chiara circa la sua efficacia. Molti uomini pensano che basti non sentire la propria ex per un mese e poi, come per magia, lei sarà più predisposta all’idea di ritornare all’interno della relazione.

No, no, no e ancora no. Il no contact non funziona così. Questo periodo di silenzio serve alla tua ex per potersi distaccare dalle emozioni negative che derivano dalla fine della relazione e dalle motivazioni che hanno portato alla rottura, ma serve molto anche a te.

quando il no contact non funziona

Se ti limiterai a segnare i giorni che passano sul calendario non aspettando altro che di risentirla, stai pur certo che potrai passare mesi e mesi in questo modo. Il no contact deve darti la possibilità di:

  • Ristabilirti a livello emotivo
  • Lasciar andare la tristezza, la depressione e tutti questi stati negativi
  • Smettere di piangerti addosso
  • Riprendere in mano la tua vita sotto tutti i punti di vista
  • Analizzare la relazione, i motivi della rottura e i tuoi comportamenti
  • Capire come e dove puoi migliorare come partner

Se niente di tutto ciò avverrà durante il no contact, allora puoi star certo che non funzionerà. Tu devi sfruttare al massimo ogni singolo giorno per lavorare su te stesso, perché quando arriverà il momento di risentire la tua ex, lì verrà fuori tutto il tuo lavoro.

E se non c’è stato nessun lavoro da parte tua, le chance che le cose possano tornare come erano sono davvero molto basse. Questo significa anche che devi essere molto consapevole del perché desideri applicare il no contact, e se la risposta è “per riconquistare la mia ex”, allora non ci siamo.

Dunque, per farla breve, la vera domanda non è “quando il no contact non funziona”, bensì “cosa devo fare affinché funzioni?“. Questo è un cambio di prospettiva molto importante e che ti permetterà di trarre il massimo beneficio dal no contact.

Quando il no contact non serve: 3 casi specifici

Il fatto che una strategia sia efficace non deve portarti a pensare che si adatti a tutti i casi. Si parla spesso di “no contact per riconquistare” o di “riaggancio dopo il no contact“, ma più raramente ci si domanda quando il no contact non serve o non funziona.

Ma se stai leggendo queste righe significa che tu, invece, sei arrivato a porti il quesito. Questo mi porta a pensare che nel tuo desiderio di riconquistare la ex, tu voglia fare le cose davvero fatte bene. Dunque non perdiamo altro tempo e vediamo quali sono i casi in cui il no contact non serve:

1. L’hai trascurata

Questa è forse una delle motivazioni che spinge la maggior parte degli uomini a richiedermi una consulenza: “L’ho ignorata e trascurata, non le ho dato più attenzioni, me ne sono fregato di lei e adesso mi ha lasciato“. Bene, se questa è la situazione in cui ti trovi, sappi che il no contact non funzionerà.

La tua ex si è già sentita abbastanza sola e abbandonata, magari mentre lei, dall’altra parte, ha dato il suo massimo per la vostra relazione per mesi (a volte anche anni!). Dunque, questo è il momento per dimostrarle che le cose stanno cambiando, non di certo per sparire.

quando il no contact non serve

Tuttavia, c’è un aspetto molto importante che ci tengo a sottolineare: evita di effettuare cambiamenti troppo notevoli tutto d’un tratto. Lei penserà che lo stai facendo solo per salvare la relazione, e non perché ti sei davvero accorto che sei stato manchevole nei suoi confronti.

Inoltre, ti sconsiglio vivamente di essere insistente nel volerle dimostrare che ora lei è al centro dei tuoi pensieri. Il no contact qui è sconsigliato, ma non sto neanche dicendo che devi bombardarla di sorprese, regali o fiori dal mattino alla sera. C’è una via di mezzo tra il non farsi più sentire e il diventare assillante.

Infine, non ti aspettare che le cose miglioreranno dall’oggi al domani. Vedila così: per quanto tempo l’hai trascurata tu? Settimane? Magari mesi? Nel peggiore dei casi anni? In qualsiasi caso non puoi pensare che la situazione tornerà ad essere “normale” nel giro di qualche giorno.

2. Non ti amava da molto tempo

Questa è una dura verità, ma va detta. Quando una donna arriva a lasciare il proprio uomo ci sono delle possibilità che la coppia si riassesti, ma se lei non prova più nulla da mesi, è praticamente impossibile. Facciamo un esempio pratico:

Lei inizia a capire che i suoi sentimenti stanno cambiando a Gennaio, perché le cose tra di voi magari non stavano andando molto bene e inizia a distaccarsi emotivamente. Nel farlo, però, non dice nulla, perché dentro di sé ha sempre la speranza che le cose possano migliorare. Purtroppo, però, man mano che i mesi passano e la situazione rimane invariata, i suoi sentimenti continuano a diminuire. Questo la porta piano piano a capire che forse è meglio terminare la relazione, e quando arriva il mese di Giugno, consapevole del fatto che non ti ama più da mesi, ecco che ti lascia.

Il motivo per cui il no contact in questo caso non funziona è molto semplice: lei ha già elaborato la rottura dentro di sé nel corso dei mesi precedenti ed è già distaccata da te emotivamente. Che differenza le farebbe a questo punto se tu sparissi?

Lei è consapevole di aver fatto la scelta giusta, anche perché ormai è da tempo che non ti ama più. Dunque, cosa fare in questo caso? L’unica cosa che non vuoi sentirti dire: cercare di metterci una pietra sopra e andare avanti.

3. La relazione è durata poco

Un altro caso in cui il no contact non serve è quando stiamo parlando di una relazione appena iniziata (1-6 mesi). Qui, anche se la maggior parte degli uomini che mi contatta mi dice “Ma sembra passato molto più tempo da come l’abbiamo vissuta!“, i vostri sentimenti non erano ancora del tutto sbocciati.

All’inizio c’è la fase dell’innamoramento (farfalle nello stomaco, desiderio costante di vedersi, lei è perfetta, si va sempre d’amore e d’accordo), che non va assolutamente confusa con la trasformazione del sentimento che noi tutti chiamiamo amore. Sono due cose completamente diverse.

Affinché il no contact possa funzionare è importante che ci fosse un sentimento profondo tra di voi, ed è per questo che nelle relazioni appena nate, il no contact non serve e soprattutto non porta a nessun risultato. Anche perché, molti uomini hanno il timore che la propria ex possa conoscere un altro dopo 7-8 anni di relazione, figuriamoci dopo qualche mese!

Quando il no contact non funziona: Conclusioni

Oggi ti ho parlato dei casi più “eclatanti” in cui il no contact non serve. Tuttavia, ce ne sono anche altri, come ad esempio il tradimento. Tuttavia, questo è un caso molto delicato, ed è per questo che non ho voluto dedicare uno specifico paragrafo all’argomento.

Quando si parla di tradimento ci sono tante variabili che entrano in gioco, e in alcuni casi il no contact potrebbe essere utile, mentre in altri molto dannoso. In ogni caso, ci tengo a dirti che per riconquistare una ex non è sempre e solo necessario affidarsi al no contact.

Anche perché, come abbiamo visto all’inizio della guida, devi essere consapevole dei motivi per cui desideri applicarlo. E questi motivi devono andare al di là della mera riconquista della tua ex, altrimenti puoi fare anche a meno di iniziare questo periodo di silenzio.

Se desideri approfondire l’argomento o avere maggiori informazioni per capire se nel tuo caso potrebbe essere utile applicare il no contact, clicca qui per richiedermi una consulenza privata. Dopo aver ascoltato la tua storia ti darò il mio parere su qual è la cosa migliore che puoi fare per riconquistare la tua ex e anche per te stesso.